Alessandro Grassani

Environmetal Migrants - The last illusion

27 ottobre - 18 novembre 2018

Monastero del Carmine

Eventbrite - Equilibrio Sottile, la Terra oggi per un futuro domani

La mostra racconta la migrazione climatica com un meccanismo non esploso. In un futuro non troppo lontano l’intero pianeta dovrà affrontare l’onere economico e sociale delle sue conseguenze (..) Profughi, rifugiati o migranti ambientali. Non hanno un vero nome e per il diritto internazionale nemmeno uno status. Sembrano invisibili, eppure nel 2050 saranno tra i 25milioni e 1miliardo. Inseguendo la speranza di un futuro migliore nelle città, si trovano spesso davanti alla loro “ultima illusione”. Le immagini in mostra ci raccontano il loro destino in Bangladesh, Mongolia e Kenya Visualizza la scheda

Alessandro, classe ’77, comincia a lavorare nell’industria pubblicitaria, ma negli anni il suo lavoro lo ha portato in tutto il mondo per eventi e storie internazionali su temi sociali in più di 30 paesi. Lavora con The New York Times, l’Espresso, Vanity Fair, The Sunday Times, National Geographic, nonchè con l’Organizzazione Internazionale per la migrazione. Il suo lavoro personale si concentra sui progetti documentari a lungo termine in cui esplora le conseguenze del cambiamento climatico e della guerra e delle loro conseguenze sulla società.

Back to Top

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo