Maurizio Faraboni

Il mio impegno verso gli ultimi

13 novembre - ore 10.00

Ex carcere di Sant'Agata

Maurizio Faraboni, X-Photographer di guerra e reportage, porterà una selezione di suoi lavori dal titolo Il mio impegno verso gli ultimi.

Nato a Novara nel 1972, dopo gli studi superiori ho deciso di dedicarmi alla fotografia. Inizio come assistente di un grande fotografo noto al mondo come Monty Shadow, con il quale abbiamo fatto campagne pubblicitarie a livello mondiale. Poi assistente di Wahb Mabkhout, stravagante e geniale fotografo di origini marocchine. Con lui fotografo le più famose top model di fine anni ’90.

Appassionato da sempre alle culture del mondo e ai viaggi, mi dedico quindi al reportage. Lavoro in molti paesi dell’Africa, dedicandomi ad un progetto durato 10 anni sui malati di lebbra, ma anche in Medio Oriente, Europa dell’est, Sud America e Caraibi. Dall’aprile 2015 collaboro con il Giornale.it e Gli Occhi della Guerra. Per loro ho documentato il viaggio dei migranti dalle coste turche fino all’Europa e svolto un reportage sulla condizione delle donne in India. I miei ultimi lavori riguardano la contaminazione ambientale in Rep. Dominicana, in quella che è diventata la miniera più grande del mondo che avvelena i fiumi con mercurio e cianuro, e gli “schiavi” haitiani comprati per tagliare canna da zucchero.

Il progetto più recente è stato presentato in anteprima, a fine settembre, alla fiera internazionale di fotografia, Photokina, a Colonia. Un reportage inedito nell’inferno del ghetto dei migranti di Rignano Garganico (FG). Uso il sistema Fujifilm X dal 2011, quando provai X100 e X-Pro1 e me ne innamorai a prima vista. Piccoli corpi, dal design straordinario, macchine leggere e discrete, tutto ciò di cui ho bisogno per i miei reportages.

Back to Top

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo